Archivio per la categoria ‘ARTICOLI GAZZETTA DELLO SPORT’

0-0 con la Ternana. Il tecnico: «nel finale eravamo stanchi».

Gela (Caltanissetta) – Gela e Ternana pareggiano 0-0 e muovono la classifica compiendo un piccolo passo verso l’obiettivo della salvezza. Gela più convinto nella prima frazione di gioco in cui sfiora il vantaggio con D’Anna e si fa vedere in un altro paio di occasioni dalle parti di Visi. L’espulsione di Bigazzi ad inizio ripresa costringe il Gela ad una partita più accorta in fase difensiva, riuscendoci perché la Ternana non riesce a rendersi a pericolosa. Poi l’espulsione di Nolè riazzera tutto e la classifica suggerisce ad entrambe le squadre di non farsi del male.
Stanchi Non lo nasconde, tra le righe, lo stesso tecnico del Gela, Fofò Ammirata: «Nei minuti finali non avevamo più birra nelle gambe e non potevamo rischiare di perdere. Non sono contento del risultato perché oggi era importante vincere, ma non posso rimproverare nulla ai miei giocatori. Abbiamo avuto le nostre due o tre buone occasioni da goal, ma non siamo stati lucidissimi. E’ un vecchio difetto che affiora specie in casa. Loro erano bravi a creare intensità in mezzo al campo, ma noi siamo stati bravissimi in fase di non possesso e abbiamo tenuto bene il campo anche in inferiorità numerica, contro un potenziale offensivo di spessore per questa categoria. Sono fiero di questa squadra».
Il massimo Sulla stessa lunghezza d’onda, l’attaccante Evan Cunzi: «Abbiamo tentato di vincere e ci siamo andati vicinissimo soprattutto nel primo tempo, ma dopo l’espulsione di Bigazzi abbiamo sprecato ancora più energie e nei minuti finali oramai, benchè tornati in parità numerica, eravamo davvero stanchi. Bisogna essere realisti, alla fine abbiamo preferito non perdere e dare continuità ai risultati. Possiamo salvarci. E pensare che due mesi fa nessuno nemmeno osava crederci. Ma a me hanno insegnato che nel calcio i conti si fanno alla fine».

Autore: Filippo Guzzardi

pubblicato su la Gazzetta dello Sport Sicilia&Calabria
edizione n. 17, Anno 117, Domenica 24 aprile 2011, pag. 53
© riproduzione riservata

TABELLINO

Gela-Ternana 0-0

GELA (4-4-2) Nordi 6,5; Porcaro 6, Cossentino 6, Cardinale 6,5, Petrassi 6,5 (dal 11′ s.t. Aliperta 6); Scopelliti s.v. (dal 16′ p.t. Bigazzi 5), Zaminga 6, Avantaggiato 6,5, Cunzi 6,5; D’Anna 6,5, Docente 6. (Maraglino, Crivello, Balistreri, Saani, Rabbeni). All. Ammirata 6.
TERNANA (4-3-3) Visi 6,5; Piva 6,5, Borghetti 6,5, Grieco 6, Imburgia 6; Ceyas 6, D’Antoni 6,5, Arrigoni 6,5; Nolè 6, Tozzi Borsoi 5,5 (dal 29′ s.t. Tavares s.v.), Sinigaglia 5 (dal 35′ s.t. Perney s.v.). (Cunzi, Bizzarri, Camillini, Della Penna, Jonatan). All. Giordano 6.
ARBITRO Barbeno di Brescia 6.
NOTE paganti 1239, abbonati 207, incasso di 1446 euro. Espulsi Bigazzi (G) e Nolè (T) entrambi per doppia ammonizione; ammoniti Zaminga, Cunzi, Cejas. Angoli 0-4. Recupero: 3′ (p.t.); 4′ (s.t.).
Annunci

GELA – LORETO 3-0
(25-19; 25-20; 25-23)

EUROGROUP GELA: Sequiera 15, Veloso Pinto 1, Tomassetti 9, Bucaioni 4, Rizzo (L), Belardi 12, Mari, Martinengo 10. Non entrati: Maccarrone, Quartarone, Barbisan, Draghici e Tranquillo (L). All. Dalù.
ENERGY RESOURCES CARILO LORETO: Di Marco 2, Marzola, Dolfo 7, Paoli 5, Romiti (L), Moretti 10, Visentin 1, Corti, Mor 7, Marchisio, Ereu 11. Non entrati: Koresaar. All. Rampazzo.

ARBITRI: Venturi e Chimento Pasquale.

NOTE: Durata set: 24′, 26′, 28′; Tot.: 78′. Gela: b.s. 13, v. 2, m. 6, e. 24. Loreto: b.s. 14, v. 1, m. 7, e. 19.

GELA (f.g.) – L’Eurogroup, dopo 3 sconfitte consecutive, batte nettamente il quotato Loreto (4 vittorie di fila) ed esce dal tunnel della crisi Decisivo il break del Gela che, nel finale del secondo set, sul 19-19, infila 5 punti di fila e fa suo il parziale. Prestazione di livello per il solito Sequiera, che si distingue anche in fase di copertura. Buona anche la prestazione di capitan Martinengo. «Rispetto alle ultime gare – dice il tecnico Dalù – la mia squadra non ha avuto cali di tensione e così ha evitato le solite sofferenze». A fine match, la società ha ufficializzato l’acquisto dello schiacciatore americano Damien Scott [nella foto], ultima stagione coi greci del Finikas Syros. Atteso in settimana il suo transfert.

Autore: Filippo Guzzardi

pubblicato su la Gazzetta dello Sport Sicilia&Calabria
edizione n. 287, Anno 114, Lunedì 6 dicembre 2010, pag. 63
© riproduzione riservata
L’esterno risolve il match sul filo. Provenza: «si può far meglio».
Per i biancazzurri il 2-1 sulla Cavese al 4′ minuto di recupero.
GELA (Caltanissetta) Sul filo di lana, all’ultimo assalto. In pieno recupero il Gela vince la sua seconda partita in casa, piegando la Cavese con lo stesso risultato delle tre precedenti partite: due vinte 2-1 e due perse 2-1.
La partita Primo tempo molto equilibrato, rotto solo dal botta e risposta sui due calci di punizione magistrali trasformati da Cruciani per i padroni di casa ed il solito Ciano per gli ospiti. La Cavese si difende con ordine anche nella ripresa e regge fino all’ultimo minuto di recupero, allo scoccare del quale viene condannata da un guizzo di D’Anna, entrato una decina di minuti prima. Prestazione non esaltante del Gela. La vittoria contro una probabile avversaria diretta nella corsa alla salvezza, però, fa bene al morale oltre a giovare in classifica.
Fare meglio Ne è convinto anche il tecnico Provenza. «Troppi lanci lunghi nel primo tempo, abbiamo giocato invece con palla a terra nella ripresa quando potevamo sfruttare Franciel. Il cambio del modulo nel secondo tempo ci ha permesso una maggiore profondità sulle fasce. La rete nel finale ci ha premiati. Con gli attaccanti in condizione possiamo giocarcela con tutti, ma non mi aspetto gare diverse a questa per difficoltà». Si aspettava Franciel, il goal è arrivato ancora dal giovane esterno offensivo, D’Anna. «Sono stato fortunato: dall’opposizione del difensore al tiro di Bigazzi la palla s’è impennata, trasformandosi in un assist perfetto. Ringrazio l’allenatore: mi basta anche un solo minuto per dare il massimo. Dedico il goal ai miei genitori».

*nella foto: Simone D’Anna

Autore: Filippo Guzzardi

pubblicato su la Gazzetta dello Sport Sicilia&Calabria
edizione n. 215, Anno 114, Lunedì 13 settembre 2010, pag. 61
© riproduzione riservata
TABELLINO

GELA-CAVESE 2-1

MARCATORI Cruciani (G) al 18′, C. Ciano (C) al 34′ p.t.; D’Anna (G) al 49′ s.t.
GELA (4-3-2-1) Nordi 6; Puccio 5,5, Porcaro 6, Cardinale 5,5, Piva 6; Stamilla 6 (dal 38′ s.t. D’Anna 6,5), Giardina 6, Cruciani 6,5 (dal 31′ s.t. D’Amico s.v.); Bigazzi 7, Cunzi 6 (dal 19′ s.t. Franciel 6); Docente 6. (Maraglino, Petrassi, Italiano, Piano). All. Provenza 6,5.
CAVESE (4-3-3) Pane 6; Bacchiocchi 6, Cipriani 6, Troise 6,5, M. Ciano 5,5; Siano 6 (dal 22′ s.t. Pagano 5,5), Alfano 6,5, Quadrini 6 (dal 1′ s.t. Di Napoli 5,5); Schetter 6, C. Ciano 6,5, Bernardo 5,5 (dal 33′ s.t. Turienzo s.v.). (Botticella, D’Orsi, Sifonetti, Santaniello). All. Rossi 6.
ARBITRO La Penna di Roma 6.
NOTE paganti 1106, abbonati 180, incasso di 12.484,75 euro. Ammoniti Bacchiocchi, Siano, Docente, Cipriani e Di Napoli. Angoli 3-1.